• Via Lecce, Tricase, Lecce, Italy

  • Chiamaci : +39 0833 546728
0 Commenti

FLUSSI TURISTICI DALL'ESTERO. LA PUGLIA SEGNA UN AUMENTO

Da un’indagine condotta dall’Enit, l’Agenzia nazionale per il turismo, risulta che i flussi turistici degli stranieri in Italia nel 2014 hanno segnato un aumento. In particolare, in Puglia, nei primi 10 mesi del 2014 si sono registrati un +7% di arrivi e +3% di pernottamenti, in particolare nell’area del Salento. E le prospettive di crescita si registrerebbero anche nei mesi invernali. L’indagine dell’Enit è stata condotta durante il periodo natalizio 2014 su 190 Tour operator (90 europei e 100 di oltreoceano) su un totale di 28 mercati stranieri. Gli operatori hanno indicato i trend di vendita della destinazione Italia per il periodo natalizio mostrando un’ampia soddisfazione: circa il 41% dei TO infatti dichiara vendite in aumento, il 48% afferma che sono rimaste stabili e solo l’11% indica una flessione. Le altre regioni che oltre alla Puglia hanno visto un incremento di turisti stranieri sono Toscana, Piemonte, i Laghi del Nord e la Costiera Amalfitana. Ecco alcuni dati dell’indagine: I flussi turistici stranieri e la loro spesa in Italia Sul versante dei flussi turistici stranieri nel nostro Paese, i dati Istat per il 2013 indicano una stagione positiva caratterizzata da una ulteriore crescita degli arrivi che hanno toccato quota 50,2 milioni con un incremento del 3,1% rispetto all’anno precedente; positivo anche l’andamento dei pernottamenti pari a 184,8 milioni (+2,3%). Nei primi 8 mesi del 2014, sempre secondo i dati Istat, si registra una sostanziale stabilità del turismo straniero: arrivi +0,2%, presenze -0,9%. Sul fronte degli introiti turistici, secondo i dati Banca d’Italia, la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia è cresciuta del 3,1% rispetto al 2012, attestandosi a poco più di 33 miliardi di euro (1 miliardo di euro in più). Nel periodo gennaio-settembre 2014 la spesa dei viaggiatori è aumentata del 3,1% per un totale di 27.746 milioni di euro (838 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2013). Sempre rispetto ai primi 9 mesi dell’anno scorso, Francia (+8,8%) e Regno Unito (+11%) sono i due principali mercati incoming europei che hanno registrato incrementi significativi di spesa in Italia. Fra i mercati dell’Europa extra-UE si evidenzia la crescita degli introiti provenienti dalla Svizzera (+4,3%) e soprattutto dalla Russia (+11%). Si evidenzia infine l’aumento di spesa da parte dei mercati USA (+1,8%), Canada (+32% e Brasile (+13%). Nel report diffuso dall’Enit sono anche riportate le previsioni 2015. Per la Puglia è indicato che crescerà bene su alcuni mercati tradizionali come Svizzera e Francia, e su altri relativamente nuovi come ad esempio l’Austria e l’Ungheria che fa registrare un aumento di pacchetti con formule di gruppo (aereo+pullman) o individuali (fly&drive). Si prospetta comunque un 2015 ancora più ricco, grazie anche all’evento mondiale l’Expo 2015, che attirerà migliaia di visitatori in tutta Italia, così come si legge dal report:“Nel 2015 l’Italia sarà sulla ribalta mondiale in occasione del grande evento di EXPO che si terrà nei sei mesi che vanno dal 1° maggio al 31 ottobre. Il patrimonio culturale e paesaggistico italiano è un asset strategico determinante per il successo dell’Esposizione Universale. Lo stesso tema, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, trova la sua centralità nel cibo “Made in Italy” che costituisce uno dei nostri punti di forza nel resto del mondo: dall’eccellenza dell’industria italiana in termini di qualità e sicurezza alimentare, alle innovazioni nella filiera e nella ricerca in campo agroalimentare e della biodiversità. Per il turismo, l’obiettivo è pertanto quello di far crescere a livello internazionale il desiderio di visitare l’Italia. L’EXPO punta ad attirare 20 milioni di visitatori, di cui circa 3 milioni dall’Europa, in particolare da Germania, Regno Unito, Francia, Svizzera e Spagna; altrettanto importanti saranno i mercati più lontani, dai BRIC a USA e Giappone. Le ricadute economiche non interesseranno evidentemente solo Milano e la Lombardia: tutte le nostre Regioni stanno approntando proposte turistiche di qualità per attrarre i visitatori stranieri nei propri territori, come estensione del loro viaggio in Italia, motivato in primis da EXPO”.



Lascia un commento